GRUPPO FACEBOOK

PAGINA UFFICIALE

categorie - OTTICHE E ACCESSORI

Gewehr 1898 con Glasvisier 1916





 

 

 

Gewehr 1898 con ottica Zeiss Glasvisier 1916

 

Nel 1916 la Germania introdusse un accessorio innovativo per il suo fucile Gewher 98, il cosiddetto “Glasvisier 16”, ovvero “Mirino ottico modello 1916”.

Si trattava di un cannocchiale “universale” prodotto dalla Carl Zeiss Jena, universale perché concepito per essere montato su qualsiasi Gewehr 98 al fine di trasformarlo in un fucile da cecchino.

 

Questo dispositivo era composto da due parti. La prima era il Glasvisier vero e proprio, gruppo ottico privo di reticolo ma che mostrava all'utilizzatore una linea orizzontale ricavata per molatura differenziata di una lente. La seconda era un mirino anteriore aggiuntivo, consistente in uno scatolino in lamiera riportante un grosso triangolo bianco, il tutto da montare al di sopra del mirino originale

 

 

Il soldato, traguardando attraverso il dispositivo ottico, doveva collimare la linea orizzontale all’interno del Glasvisier col mirino aggiuntivo.

 

Questo sistema era regolabile in altezza semplicemente agendo sull’alzo Lange al di sopra del quale veniva montato. Questo apparato in realtà, avendo una lente molto grande, più che trasformare il fucile in una vera arma da cecchino dava in effetti un vantaggio ai tiratori soprattutto in condizioni di scarsa luminosità come l’alba o il crepuscolo, quando è più difficoltosa la visione dei normali organi di mira. Poco dopo la sua introduzione ci si accorse però che l’accoppiamento del cannocchiale con l’alzo non era sempre affidabile, con ovvie conseguenze sulla precisione: l’aggancio avveniva infatti su superfici che normalmente in fase di lavorazione non venivano controllate perché (almeno fino ad allora) non era stato necessario. Si corse allora ai ripari producendo dei lotti di armi dove le superfici dell’alzo interessate dall’accoppiamento venivano strettamente verificate, permettendo cosi il montaggio del Glasvisier senza problemi di allineamento. Per distinguerle dalle armi non verificate queste ultime riportavano sull’alzo la scritta Gl.V., ovvero Glasvisier. Questa versione con l’alzo rettificato venne prodotta solo dagli arsenali di Danzig e di Amberg e solo negli anni 1917 e 1918. E’ attualmente sconosciuto il numero delle armi costruite con detta modifica, mentre per quanto riguarda gli apparati ottici se ne stima una produzione (in base alle matricole rilevate) di poco più di 6.000 pezzi.

 

Vi presentiamo qui uno di questi Gewehr 98, in questo caso prodotto dall’arsenale di Amberg nel 1918, montante un Glasvisier e relativo mirino. E’presente anche l’apposita custodia in cuoio per il trasporto del cannocchiale, contenente l’apparato ottico, il mirino aggiuntivo e pure un mini manuale dedicato.

Copyright©2020 - Antonio Rossetto per CoEx


condividi: